Salsa guacamole per tacos

È l’una di notte, abbiamo ancora la fronte sudata e ci gira la testa per i coctails che abbiamo bevuto, i piedi ci fanno male per quanto abbiamo ballato e allora ci togliamo i tacchi, ridiamo come stupide per chissà quale pettegolezzo che qualcuna ha raccontato, diamo un’ultima occhiata furtiva al ragazzo con cui abbiamo ballato tutta la notte e che in quel momento sta entrando nella parte posteriore dell’auto dei suoi amici e tra grandi risate e grida si allontanano. Le mie amiche ed io siamo appena uscite dall’Excalibur, una discoteca di Av. Ayuntamiento che negli anni 90 era molto popolare ad Aguascalientes, Messico.

Guacamole sauce for tacosAbbiamo fame, così non ci pensiamo due volte e con le scarpe in mano e abbracciate camminiamo fino al primo anello della Circonvallazione, fin dove incrocia Héroe de Nacozari, lì c’è un chiosco di tacos e proprio lì assaggio per la prima volta una salsa verde di avocado che mi fa impazzire.

Sarà stata la grande fame data dall’esercizio del ballo o le risate condivise con le mie amiche o l’innocenza dei miei diciotto anni appena compiuti ma la salsa era davvero deliziosa. Sarà che ora provo nostalgia per gli anni passati e per quella città che ancora sento mia, però ogni volta che preparo questa salsa guacamole per tacos mi vengono le lacrime agli occhi. Come mi manchi Messico!

Qualcuno penserà che sono cresciuta mangiando questa salsa nel mio paese natale ma in realtà non è così; questo tipo di salsa non era molto popolare anni fa e io la conobbi solo quando andai a vivere ad Aguascalientes, lì la usano per accompagnare le tortas (i panini) e i tacos, prima veniva usata solo per questo ma ora è diventata così popolare che viene servita con tutte le pietanze. In ogni caso, questa salsa è diversa della solita salsa guacamole che è più una specie di dip con una consistenza spalmabile, mentre questa che vi propongo oggi è una salsa vera e propria.

Qualche giorno fa in un gruppo di Facebook qualcuno ha detto che questa salsa in realtà non era fatta con l’avocado ma solo con peperoncini verdi e…(questo mi ha scioccato davvero) olio di semi! Ha senso, l’avocado non è un prodotto molto economico, neanche in Messico; a causa della globalizzazione ci sono periodi dell’anno in cui l’avocado scarseggia e quei pochi disponibili sono cari, per questo immagino che le taquerias abbiano inventato una versione più economica di questa salsa.

Comunque, trucchi a parte, questa salsa ha molte versioni, quella che vi scrivo oggi ha gli ingredienti a crudo ed è una delle mie favorite, ogni volta che la preparo e la mangio, la mia mente viaggia alla mia amata Aguascalientes e ricordo la ragazza ingenua che con le scarpe in mano camminava di notte fonda insieme alle sue amiche per andare a mangiare tacos con salsa guacamole.

Salsa guacamole per tacos

Ingredienti:

  • 1 avocado maturo
  • 1 mazzetto di coriandolo fresco
  • Peperoncini verdi
  • 1 spicchio di aglio piccolo
  • 1/2 lime
  • Sale grosso

Preparazione:

In un mixer da cucina o in un frullatore mettete l’aglio spellato, un po’ di coriandolo, 2-3 cucchiai di acqua, un po’ di sale e i peperoncini. Lavorateli fino a far amalgamare tutti gli ingredienti. Il motivo per cui metto per primi i peperoncini e l’aglio con un poco di coriandolo è che i peperoncini crudi sono un po’ duri e l’aglio mi piace che sia ben tritato poichè al contrario sarebbe in pezzettini piccoli che non a tutti piacciono. Il coriandolo serve ad amalgamare bene tutto.

Aiutandovi con un cucchiaio estraete la polpa dell’avocado e mettetela nel mixer, aggregate il coriandolo rimasto e lavorate fino a raggiungere la consistenza desiderata, aggiungendo più acqua se necessario.

Personalmente preferisco che la salsa abbia una consistenza “rustica”, cioè, che rimangano pezzetti di avocado e coriandolo, per questo non la frullo molto.

Nelle taquerias messicane quasi sempre la salsa ha una consistenza più vellutata (come nella foto di sotto), per avere questo risultato basta lavorare per più tempo gli ingredienti fino ad avere la consistenza desiderata. In qualsiasi modo la preferite vi assicuro che la salsa sarà deliziosa.

Mettete la salsa appena preparata in un contenitore, aggiungete il succo di limone e aggiustate di sale, ora è pronta per essere gustata.

Consigli:

I peperoncini che si usano normalmente in Messico per questa salsa sono il serrano e in alcuni casi il jalapeño, per chi vive fuori dal paese a volte è un po’ difficile trovare questo tipo di peperoncini, ma se ne possono usare altri tipi, per esempio i thai che si trovano più facilmente nei mercati in Italia.

La quantià di peperoncini dipende dal gusto personale, io mangio molto piccante e quindi non li lesino, però se non amate così tanto il piccante potete metterne uno o due, oppure potete aprire i peperoncini per lungo ed eliminare i semi e le venature per togliere gran parte del piccante ( non dimenticatevi di usare i guanti se fate questa operazione).

L’avocado tende ad ossidarsi rapidamente, quindi questa salsa non si presta ad una lunga conservazione. Vi consiglio di farne la quantità necessaria da consumare il giorno stesso che la preparate. In ogni caso se intendete farla per consumarla nei gorni a seguire  e conservarla in frigorifero potete metterla in un contenitore e coprirla con plastica da cucina facendo cura che questa si aderisca bene alla superficie della salsa.

Il succo del limone aiuta la salsa ad ossidarsi meno ed anche l’osso dell’avocado è utile in questo senso se si lascia intero dentro la salsa, personalmente metto poco limone perchè si deve sentire di più il sapore dell’avocado e del coriandolo che l’acido del limone.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *